Skip to main content

Porte interne a vetri

Tra le varie scelte di design che è possibile effettuare nella propria casa, vi sono le porte interne a vetri. Questa scelta offre l’opportunità di rendere più luminosa l’abitazione, abbattendo la chiusura degli spazi e regalando l’impressione di avere a disposizione una superficie ben più ampia.

Grazie all’utilizzo delle porte a vetri, infatti, le stanze appariranno meno chiuse e più grandi, poiché lo sguardo potrà proseguire oltre la porta stessa. Una porta solida e classica, invece, in legno, crea una percezione più buia e ridotta dello spazio circostante.

Approfondiamo il discorso delle porte interni a vetri, per vedere come sfruttarle per la propria casa e renderla elegante e sofisticata.

Scegliere bene le porte interne: perché è importante?

Quando si ristruttura casa o si vogliono effettuare dei cambiamenti, le porte vengono spesso lasciate come ultima questione da risolvere. Questo perché per molti sono solo una presenza necessaria per la casa, presente per dividere gli spazi, e non riescono quindi a vederle come degli elementi d’arredo.

Tuttavia, anche le porte hanno il loro scopo e il loro valore estetico. Una scelta sbagliata può rendere una casa meno luminosa e più piccola, mentre una scelta accurata può valorizzare l’ambiente in cui si vive.

Vantaggi delle porte interne a vetri

Optare per le porte interne a vetri è una soluzione elegante, moderna, e capace di sfruttare al meglio la luce naturale della casa. Nella scelta delle porte interne a vetri ci sono determinati vantaggi. Vediamo quali.

  • Possibilità di far entrare la luce esterna. Grazie alle parti in vetro, la luce naturale filtra in modo diretto nelle stanze della casa, senza essere ostacolata dal legno che costituisce le porte classiche. In questo modo gli spazi appariranno meno ristretti e la casa potrà godere di una luminosità maggiore. In questo modo, sarà possibile anche usufruire meno della luce artificiale.
  • Creano un collegamento tra gli spazi, in modo che la casa appaia come un’unica entità. Con le porte tradizionali questo non avviene, poiché ci si ritrova di fronte a un ostacolo fisico che blocca la vista verso il resto della casa e impedisce alla luce di entrare. Grazie alle porte interne a vetri, invece, l’occhio ha l’impressione di avere a che fare con un unico e grande collegamento.
  • Dividono gli spazi ma senza bloccare la luce né ridurre gli spazi. Le porte a vetri garantiscono comunque privacy e intimità, soprattutto a seconda del vetro che si utilizza, ma lo fanno con un design elegante.
  • Un’estetica raffinata e sofisticata, dal design minimal ma sempre d’impatto. Le porte a vetri permettono di giocare con la luce naturale delle stanze e con vari tipi di vetro, creando un effetto elegante e che non passa mai di moda.
  • Isolano dal calore e dal freddo come le porte classiche, e il rumore può essere ridotto grazie a un doppio vetro o a una lastra più spessa.

Porte interne a vetri, quale tipo scegliere

Nel momento in cui si decide di optare per le porte interne a vetri, è bene capire di quale tipologia necessiti la propria casa. Non tutte le porte a vetri, infatti, sono uguali.

In commercio si trovano diversi tipi di vetro e, a seconda di quale si sceglie, l’aspetto della propria casa cambia, e anche la luce che filtra dalla porta. Ogni casa ha bisogno del suo tipo di porta e il mercato ne offre di diversi.

Porte a vetri francesi

Le porte interne a vetri francesi sono un classico intramontabile che non passa mai di moda, elegante e raffinato. Adatte per qualunque tipo di design, le loro cornici sono di norma bianche o in legno, perfette per abitazioni dallo stile country chic. È possibile creare anche dettagli sulle cornici, ottenendo quindi un esemplare unico nella propria casa.

Porte a vetri contemporanee

Dall’altra parte dello spettro rispetto alle porte francesi, si trovano le porte interne a vetri contemporanee. Queste ultime sono adatte a chi desidera un design minimal e moderno. Possono essere scorrevoli, presentarsi con cornici pressoché invisibili, e con vetri curati in modo particolare.

Sul mercato, infatti, sono disponibili trattamenti appositi per i vetri e gli inserti, in modo da rendere uniche le proprie porte. A una prima occhiata, le porte contemporanee possono apparire invisibili, creando quindi un ambiente più ampio e luminoso.

Porte a vetri colorate

Per chi desidera avere elementi particolari nella propria casa, è possibile optare per le porte interne a vetri colorate. Un tocco di colore, infatti, può essere un modo per rendere più raffinata e indimenticabile la propria abitazione, catturando subito l’occhio degli ospiti.

I colori non ostacolano la luce naturale che filtra dall’esterno, purché si scelgano i colori giusti e adeguati.

Quali tipi di vetro

Nel momento in cui si sceglie di utilizzare delle porte interne a vetri, è necessario capire quali tipi di vetro utilizzare per ottenere l’effetto desiderato.

In commercio, è possibile trovare vetri lavorati in modo differente.

  • Vetro trasparente, il più classico e che non passa mai di moda.
  • Vetro satinato, che permette una maggiore intimità, in quanto non è possibile vedere dall’altra parte, ma al tempo stesso ostacola la vista e blocca lo spazio, così come la luce.
  • Vetro a specchio
  • Vetri con inserti e decorazioni, adatti per chi vuole qualcosa di particolare e indimenticabile. Lungo la porta, infatti, è possibile richiedere particolari dettagli che la facciano risaltare.

Vetro temperato o stratificato

Una delle decisioni da prendere, quando si opta per le porte interne a vetri, è quale tipo di vetro scegliere. In generale, la scelta ricade sul vetro temperato oppure stratificato.

Il vetro temperato è considerato anche un vetro di sicurezza, perché nel caso si dovesse rompere si dividerebbe in molteplici pezzi, impedendo alle persone circostanti di ferirsi e di farsi male. È un vetro in genere sicuro e resistente.

Il vetro stratificato, invece, è composto da più lastre di vetro, e tra una e l’altra sono presenti strati di materia plastica. Così come il vetro temperato risulta sicuro, in quanto nel caso di rottura molti frammenti restano ancorati allo strato plastico.

Da menzionare la possibilità di inserire delle reti metalliche, tessuti, carte da parati, affinché tutto diventi molto elegante e customizzato.

Porte interne a vetri, quali colori

Porte interne a vetri a colori possono garantire un aspetto sofisticato e particolare alla propria casa, purché si scelgano con attenzione i colori.

È importante non scegliere mai colori che blocchino la vista o rendano lo spazio più piccolo. Adatti, invece, colori eleganti come il color champagne. Se si vuole osare di più, è possibile optare per un grigio non troppo scuro, oppure per un verde salvia, una scelta moderna ma che non ostacola l’ingresso della luce naturale.

Per chi desidera una porta interna a vetri d’impatto, il rosso è il colore ideale. Va ricordato, però, che il rosso non è un colore che ispira tranquillità, e di conseguenza è bene utilizzarlo solo per pochi dettagli, e non invece per tutte le porte interne.

Quale sia il colore che si sceglie, va sempre abbinato con il resto della casa e dell’arredamento. La palette di colori, quindi, deve essere sempre la stessa, per non creare un ambiente disarmonico. Il segreto, come sempre, sta nell’equilibrio tra tutti gli elementi d’arredo.

Porte in vetro, quali tipologie

Una volta capito quale vetro si desidera e quale colore potrebbe essere più adatto alla propria abitazione, è necessario anche comprendere quale tipologia di porte interne a vetri potrebbe essere ideale per la casa.

In commercio è possibile trovare diversi tipi di installazione di porte, ognuna adatta alle proprie esigenze.

  • Porta scorrevole
  • Porta a scomparsa
  • Porta con cornice
  • Porta a battente
  • Porta con anta trasparente

A seconda di quanto si vuole ottenere e di come è strutturata la propria casa, è possibile optare per una diversa opzione. È sempre bene farsi consigliare da un team di esperti, in modo da capire come rendere il più elegante e sofisticata possibile l’abitazione.

Porte interne a vetri, quali costi

Quando si decide di inserire le porte interne a vetri nella propria casa è necessario capire anche quale potrebbe essere il costo complessivo. Le porte a vetri, infatti, sono senza dubbio un investimento sul quale è bene riflettere prima di portarlo a termine.

In genere, una porta a vetri può costare attorno ai 2000 euro, a seconda della tipologia, delle rifiniture, e delle sue dimensioni. Nel caso si desideri una porta scorrevole, sarà necessario aggiungere anche il preventivo del controtelaio interno, a parte. Inoltre, per qualunque dettaglio extra, come una rifinitura particolare, o una cornice personalizzata, o dimensioni che vadano oltre la norma, il costo sarà da considerarsi maggiore.

Quando si utilizza una porta interna a vetri, infatti, bisogna genere conto di tutti i dettagli che la compongono, dal telaio al vetro, fino alla cornice.

Senza dubbio è un investimento su cui ragionare ma l’effetto finale risulta sempre elegante e sofisticato, impossibile da dimenticare.

Conclusioni

Le porte sono un elemento fondamentale della propria casa. Garantiscono intimità, privacy, e delimitano gli spazi. Questo non vuol dire, tuttavia, che debbano essere ridotte solo a separatori. Le porte posson diventare, come qualunque altro mobilio presente nell’abitazione, parte integrante dell’arredamento, e per questo vanno scelte con cura.

Le porte interne a vetri sono senza dubbio una scelta elegante, adatte a rendere un’abitazione indimenticabile. Clicca qui per richiedere l’assistenza degli esperti.

Leave a Reply

Call Now Button