Skip to main content

Il tappetto è un complemento di arredo che ha la capacità di dare carattere e personalità ad una stanza. Spesso viene sottovalutato e ritenuto quasi superfluo, ma il tappeto giusto per una stanza è quel dettaglio che rende unico, dinamico e personale un’ambiente di casa.

Per scegliere quello che valorizza la stanza in cui deve essere posizionato è necessario prendere in considerazione diversi fattori, tra i quali lo stile della casa, le dimensioni e i colori dell’ambiente. Per questo motivo abbiamo pensato di delineare alcuni consigli per aiutarti a individuare il tappeto che meglio si adatta allo stile della tua abitazione.

Tappeto sì o no?

Un tappeto è sicuramente un elemento che può arredare moltissimo una stanza. Può portare calore e colore adattandosi perfettamente all’ambiente e ai gusti del proprietario di casa.

Non tutte le stanze, però, hanno bisogno di un tappeto o hanno la grandezza necessaria per averne uno. Oltre alle dimensioni, ci sono anche altri fattori da tenere in considerazione quando si vuole acquistare un tappeto.

Sicuramente se in casa sono presenti di animali domestici e bambini, sarà meglio valutare con attenzione se sia il caso di investire dei soldi in questa tipologia di arredo. Però, si può sempre scegliere un tappeto resistente e più economico per aggiungere personalità ad una stanza, ma adattarsi alla vivacità dei membri più piccoli della casa.

Quale modello di tappeto scegliere?

Se abbiamo deciso di acquistare un tappeto, ora è il momento di capire quale tipologia scegliere. Per procedere dobbiamo prima valutare i seguenti aspetti:

  • Frequenza di passaggio
  • Facilità di pulizia
  • Stanza della casa

Vediamo nel dettaglio alcuni modelli e le loro caratteristiche

Tappeti per la cucina

Il tappeto in cucina può essere un alleato per proteggere il pavimento da schizzi di acqua e unto, oltre a donare design e carattere all’ambiente. Si ha una vasta possibilità di scelta per quanto riguarda il materiale. Infatti, si va dal classico cotone alle fibre sintetiche, dal PVC fino ai modelli antiscivolo.

Tappeti in bamboo

Il bamboo deriva dall’omonima pianta asiatica ed è riconosciuta per la sue proprietà di elevata resistenza, leggerezza ed elasticità. I tappeti in questo materiale sono solitamente caratterizzati da listelli di bamboo affiancati, cuciti tra di loro e tenuti insieme da una base in tessuto. Proprio per questa composizione risulta essere davvero facile da pulire perché si potrà passare l’aspirapolvere per rimuovere polveri o sporcizie e pulire con detergenti adatti al legno per le macchie più difficili. L’unica accortezza è l’esposizione ai raggi solari che causano lo sbiadimento dei colori. Questa tipologia di tappetto permette di dare uno stile e un carattere etnico alla stanza in cui viene posizionato.

Tappeti a pelo lungo

I tappeti a pelo lungo creano un’atmosfera di colore e accoglienza negli ambienti dove sono posti. Queste caratteristiche li rendono perfetti per gli ambienti dove amiamo camminare scalzi come le camere da letto e i soggiorni. Questi modelli hanno molte proprietà:

  • Rendono le stanze più accoglienti e morbide.
  • Insonorizzano anche le stanze più rumorose meno fastidiose.
  • Intrappola le particelle di polvere e non le rilascia al passaggio.
  • Isolano dal pavimento freddo, soprattutto nei mesi invernali.

Tappeti a pelo corto

Questa tipologia è la più classica in quanto la fibra corta del pelo permette a questi tappetti di essere molto pratici e di adattarsi ad ogni spazio domestico. Per definire un tappeto a pelo corto è necessario che l’altezza massima dei filamenti sia di 1,5 centimetri. Ci sono diversi vantaggi da considerare se si vuole scegliere questa tipologia:

  • Ha la capacità di catturare la polvere nell’aria; quindi, sarà sufficiente passare il tappeto con l’aspirapolvere per rimuovere le particelle.
  • I tappeti sono fonoassorbenti. Questi li rende perfetti anche nei condomini per un effetto isolante del suono.
  • Adatti agli amici a quattrozampe perché le loro unghie non rimarranno incastrate nei peli del tappeto.
  • Resistenti anche ai liquidi. Infatti, se si agisce subito è possibile assorbire il liquido che penetra a fatica nella trama fitta del tappeto a pelo corto.

Tappeto persiano

I tappetti persiani donano lusso e valore alle stanze. Non solamente per il loro costo, ma per l’aspetto e la qualità che li caratterizzano. Sono realizzati con un’elevata densità di nodi fatti a mano. Si possono trovare totalmente in lana di qualità o in lana e seta per i modelli più pregiati.

 Quanto deve essere grande il tappeto?

Qualsiasi sia la tipologia scelta, sarà necessario anche assicurarsi che il tappeto abbia le dimensioni adatte al luogo in cui lo vogliamo posizionare. La grandezza di questo complemento di arredo dipende da due fattori: la stanza e il resto dei mobili.

Dimensioni per la camera da letto

Ci sono diverse opzioni da valutare. Un tappeto è adatto camera da letto se ha una delle seguenti caratteristiche:

  • Crea un bordo intorno al letto: quando si scende si devono poggiare i piedi sul tappeto.
  • Giace per un quarto sotto il letto.
  • Giace completamente sotto il letto e per ogni lato sporge di 50 centimetri.
  • È davanti il letto e finisce con la larghezza o la lunghezza del letto

Dimensioni per il soggiorno

Nel caso del salotto, il tappeto ha le misure adatta se rientra in una di queste casistiche:

  • Racchiude tutti i mobili di divano, tavolino e poltrona, ma senza scomparire sotto di essi.
  • È posizionato davanti il divano e per circa 50 centimetri si trova sotto questo e la lunghezza è di almeno 20/30 centimetri superiore a quella del divano.
  • È posizionato solo sotto il tavolino posto al centro del salotto.
  • Il mobilio è posto sopra e centrale rispetto al tappeto che coprirà tutta l’area del soggiorno.

Sconsigliamo assolutamente di porre i mobili agli angoli del tappeto rettangolare o quadrato. È da evitare anche la scelta di un tappeto rotondo posto sotto un mobilio lineare. I tappeti rotondi andrebbero scelti in caso di spazi irregolari e può essere posizionato sotto un unico mobilio di dimensioni piccole. Per esempio, può essere posto al centro del salotto, sotto il tavolino del soggiorno o davanti ad una poltrona.

Consigli per scegliere il tappeto per il salotto

Abbiamo visto quando deve essere grande un tappetto per adattarsi al soggiorno, ma quale tappeto possiamo scegliere?

Prima di tutto dobbiamo valutare le linee e lo stile della casa. Come punto seguente, è necessario decidere se il tappeto deve attirare l’attenzione o essere in armonia e unirsi con l’ambiente. Nel primo caso il colore del tappeto dovrà essere in contrasto con le note cromatiche del mobilio e delle pareti e donerà vivacità e dinamicità all’ambiente. Nel secondo caso, invece, avremo un tono su tono e sarà possibile avere un’atmosfera calda e serena.

Qualunque sia la nostra scelta, è essenziale assicurarsi di acquistare un tappeto di qualità affinché mantenga la sua bellezza nel tempo.

Idee per scegliere il tappeto giusto

I tappeti possono risultare delle vere opere d’arte nella propria casa. Si possono trovare tappeti con grafiche 3D che trasformano la stanza portandola in altre dimensioni. È possibile anche porre lunghi tappeti nelle scale dando un senso di dinamicità e movimento ai disegni che lo caratterizzano. Oppure si possono appendere alle pareti trasformandoli in quadri dalle dimensioni giganti.

Non ci sono particolari regole per individuare il tappeto giusto, oltre alle dimensioni. Infatti, la scelta sarà fatta in base al proprio gusto estetico e al progetto di design che si vuole inserire nella stanza.

Come abbinare il tappeto all’arredo

Il colore del tappeto può andare a contrasto o in armonia con l’arredo. Vediamo quali soluzioni è possibile valutare quando si deve abbinare il tappeto al mobilio.

Tono su tono

Permette di creare un ambiente con le stesse note cromatiche affinché risulti un tutt’uno con l’ambiente. In questo modo si crea una zona che emana serenità e relax. Non è necessario usare lo stesso colore dell’arredamento, ma basterà rimanere sugli stessi toni in versione più chiara o più scura.

A contrasto

È la soluzione da adottare se si vuole attirare l’attenzione sul tappetto e dare vivacità e carattere alla stanza. Si potranno scegliere colori accesi ma tenendo in considerazione la distinzione tra colori caldi e colori freddi come segue:

  • Rossi, arancioni e gialli danno energia e catturano l’interesse di chi entra nella stanza.
  • Blu, verdi e grigi danno leggerezza e permettono di allargare visivamente la zona.

Entrambe le categorie hanno il loro fascino, ma è bene ricordarsi che in caso di pavimento scuro è sempre consigliabile optare per dei tappeti chiari per dare luce e luminosità alla stanza. Invece, per zone con pavimentazione chiara, è meglio ricorrere a tappeti più scuri solo se la stanza è particolarmente luminosa.

Conclusione

Il tappeto è un complemento di arredo che dovrebbe seguire un progetto di design preciso per risultare perfetto per l’ambiente in cui si vuole porlo. Le tante tipologie e le mille possibilità di abbinamento possono creare una certa confusione al momento della scelta. Per risolvere questo problema è possibile contattare i nostri esperti cliccando qui. Potrai assicurarti di ricevere consigli e idee affinché il tappeto possa valorizzare al massimo gli spazi della tua casa.

Leave a Reply

Call Now Button